Angela Rei

nata nel 1952 a Zurigo e cresciuta in Ticino, Svizzera italiana.

formazione artistica:
Da giovane intrapresi dapprima una formazione professionale commerciale per ritornare più tardi alla mia prima grande passione ed amore, la pittura. Iniziai a dipingere a olio a Washington D.C. nel 1968, autodidatta.
1990 – 1999 mi sono formata seguendo corsi/semestri all’Accademia delle belle arti di Zurigo (HDK) – teoria dei colori (Alfred Auer), pittura nudo (Maria Kägi), 3D nudo con argilla (Cécile Huber), disegno e pittura (Nicola Jaeggli).
1988-89 presso l’Atelier Dünnenberger tecniche pittura su seta e porcellana,
1998 – 2000 pittura ad olio, costruzione delle tele, creare colori con pigmenti e caseina presso Zumstein Disegnare + Dipingere.
2000 scultura e incisione presso l’atelier della scultrice Beatrice Vogler.
2003 pittura del nudo con modella/o presso l’Atelier Grenacher,
tutto sempre nella Città di Zurigo.

lavoro artistico:
DIPINGERE a olio su tela con pennello o spatola – olio su tela 3D (creare colori con olio e pigmenti/gemme) con pasta di marmo, sabbie, caseina, intonaco ecc. su tela – carboncino – su tela in seta – e altre tecniche
MOSAICO e sculture in mosaico.
INSEGNAMENTO nel mio atelier a Giubiasco: disegno e pittura nelle diverse tecniche, pittura su seta, mosaico, modellare l’argilla, pittura intuitiva, acchiappasogni, e altro; in passato dal 1993 per adulti e gioventù per il FerienSpass presso Zumstein Disegnare + Dipingere e Leibundgut, nel mio atelier, nella Città di Zurigo, e al doposcuola alla scuola di Giubiasco TI.
Dal 2015 sono membro dell’Associazione Pittori e Scultori Ticinesi (APST), partecipo con loro anche ad estemporanee sulle piazze ticinesi.
MOSTRE dal 1993.

percorso ed ispirazione:
La seta, materiale indomabile, le tante tecniche, ed i colori per la seta da fissare con la macchina a vapore così d’un colore brillante e sgargiante, mi tennero per diversi anni nel suo tocco sensuale, permettendomi di sbizzarrirmi tra grandi quadri, creazioni di chimoni, confezione ed arte applicata per l’arredamento; i soggetto era soprattutto la natura (microcosmo) per poi passare all’arte materica.
Dopo questa fase ritorno alla pittura a olio dove il soggetto diventa soprattutto ‘l’essere donna’; contemporaneamente faccio ricerca sui pigmenti puri, oli e terre, mettendo insieme un Manuale d’atelier, iniziando poi a creare quadri in D3 con farina di marmo di Carrara, mischiando i colori a olio e a caseina da me, integrando ultimamente talvolta anche cupole in mosaico in vetro di Murano con luce. Con l’arte musiva iniziai un paio d’anni fa sperimentando autodidatta, creando bocce/lampade/sculture in mosaico con gemme, smalti veneziani, vetro Tiffany e di Murano, ceramiche, murrine veneziane, oro zecchino e altro, fugando con la malta.
Da un paio di anni definirei la mia arte materica di forza intuitiva (painting of intuitive power – Gabriele Musebrink, Germania).
Adoro partire con una scelta di materiali e pigmenti e creare poi spontaneamente senza avere una bozza precisa in testa, lasciandomi trascinare e sorprendere da ciò che accade.
Nella mia arte cerco di mettere in comunicazione tensione e slancio, equanimità,  bellezza, colori e materiali naturali, collegare, che emerga un’energia positiva, che richiami l’amore universale, che richiami la memoria delle nostre radici, cercando l’arcaico, eliminare divisioni. Desidero creare un’atmosfera che sia casa per l’anima.

Cosa amo?
La gente, la madre terra, il mare, i bambini, gli animali, la biodiversità, la cultura degli indiani d’America, comunicare, discutere, condividere i sentimenti, creare, le visioni per un mondo migliore, il verde, il sociale, la solidarietà, le donne forti, un portamento retto, le erbe medicinali, il senso di felicità nella danza, suonare sul mio tamburo sciamano, concentrarmi sul lato positivo della vita, curare i miei fiori, ridere, la gente con umore, le anime innocenti, la trasparenza, il coraggio civile, lo spirito del pioniere, l’emozione durante la nascita d’una mia creazione, l’apertura e non l’ipocrisia, dividere le responsabilità con il prossimo, aver fiducia, le dee e le loro storie, cercare radici, il silenzio, scrivere.

  • mia poesia LOVE in italiano pubblicata in tedesco nella rivista svizzera FRAUEN Leben 2011 gedicht-it-love  
  • allestimento del libretto d’arte ‘Mnemosyne – progetto PAESAGGI DI DONNE’ + Edizione (con Ega Friedman) 2010 mnemosyne